“Allora legale”: ADOC Campania contro lo sfruttamento della manodopera a basso costo

“Allora legale”: ADOC Campania contro lo sfruttamento della manodopera a basso costo

Negli ultimi anni c’è stato un crescente aumento dei casi di sfruttamento della manodopera a basso costo. Le fasce più colpite sono quelle deboli, persone povere e, sempre più spesso, extracomunitari, che accettano di lavorare nelle peggiori condizioni solo per necessità. “Noi cosa possiamo fare?! Del resto, chi è che ci aiuta?!” Queste sono le domande che sentiamo ogni giorno da quelli che questo dramma lo vivono quotidianamente sulla loro pelle. E cosa possiamo rispondere senza dare false speranze?

In questa direzione si è mossa l’Adoc, Associazione per la Difesa e l’Orientamento dei Consumatori, che con il progetto “ALLORA LEGALE” si propone di favorire l’inserimento regolare di almeno 100 persone che in tutta Italia sono impiegate clandestinamente, attraverso l’attivazione di una rete di collaborazione tra l’associazione e le aziende. Per l’attivazione del progetto sono stati creati sportelli di assistenza per i lavoratori irregolari. Di conseguenza, i lavoratori hanno la possibilità di segnalare la propria posizione irregolare avendo assistenza su come denunciare e su come inserirsi nel mondo lavorativo regolare con il supporto delle aziende private che aderiscono al progetto, senza mai essere lasciati soli.

Per la promozione del progetto, l’Adoc ha tenuto un incontro informativo presso una proprietà confiscata alla camorra a Pignataro Maggiore, nel casertano. Questa proprietà è stata riutilizzata, grazie alla cooperativa sociale APEIRON, che promuove alcune attività di supporto agli extracomunitari. Superando la barriera linguistica, grazie a due mediatori di lingua inglese e francese, il presidente dell’Adoc, Giuseppe Stellano, è riuscito a coinvolgere i ragazzi presenti, tutti giovani. In molti hanno posto domande al presidente su situazioni lavorative personali e questo fa ben sperare nella riuscita del progetto di promuovere la regolarità nel lavoro e di evitare situazioni di sfruttamento.

Info sull'autore

adoccampania administrator

Lascia una risposta